S.I.S.A. – una linea lunga un secolo

Scritto da admin Peschier on . Postato in C.M.A. Conduzione del Mezzo Aereo, News

100 anni fa nasceva la Società Italiana Servizi Aerei (S.I.S.A.) fondata dai Fratelli Cosulich, famiglia di armatori originaria di Lussimpiccolo e trasferitasi a Trieste verso la fine dell’800. Fu la prima compagnia aerea a effettuare un volo di linea il 1° aprile del 1926, collegando Trieste e Torino, dando vita così all’Aviazione Commerciale Italiana

Il nostro Istituto non si è lasciato perdere l’occasione e assieme al Comune di Trieste ha organizzato una manifestazione di celebrazione di un evento così importante per la città. La sede individuata è Palazzo Gopcevich, in via Rossini 4, dov’è ubicato il Museo Teatrale “Schmidtl” .

Il programma prevede le seguenti attività:

  • dal 26 maggio al 12 giugno mostra fotografica sulla SISA Mostra fotografica presso la Sala Selva; la mostra è stata curata e allestita dalle alunne e dagli alunni della classe III D del percorso Aeronautico dell’Indirizzo Tecnico
  • 26 maggio – conferenza “Gianni Widmer e la SISA” nella Sala Bazlen dedicata gli studenti presenti (classi III, IV, V) e futuri (classi II) del percorso Aeronautico dell’Indirizzo Tecnico
  • 27 maggio, 1 e 7 giugno – incontri “fra pari” presso la Sala Bazlen dedicati agli studenti delle classi seconde degli Istituti Secondari di I Grado; tali incontri consistono nella presentazione del Progetto SISA da parte degli studenti della III D e nell’effettuazione di visite guidate per i loro colleghi più giovani
  • 8 giugno – convegno per la celebrazione del Centenario della nascita dell’Aeronautica Militare Italiana, nata il 28 marzo 1923, dal titolo “Il Friuli Venezia Giulia e la passione del Volo tra Storia e Industria – Il volo acrobatico e la Simulazione

Come i nostri luoghi della memoria parlano di Europa?

Come la memoria può essere strumento per il Futuro dell’Europa?

Ventotene: il confino, il sogno europeo e la fine della guerra;

Utoya: la violenza neonazista ferisce di nuovo l’Europa;

Oltre Utoya: la violenza nell’Europa di oggi tra social e realtà;

Introduzione all’Unione Europea e alle sue istituzioni;

Il Meridiano d’Europa. Cosa rappresentano Utoya e Lampedusa?

Che ruolo possono avere i giovani nel futuro dell’Europa?

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se premi il pulsante OK, esprimi il consenso all'uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi