SPORTELLO DI ASCOLTO

Si comunica che anche per quest’anno scolastico, dal 6 dicembre 2021, è attivo uno sportello di ascolto e di supporto psicologico per la promozione del benessere e la prevenzione del disagio scolastico, a cura della dott.ssa Valentina Segato, incaricata dal nostro Istituto.

Possono accedere al servizio:

  • gli alunni che intendono usufruire di uno spazio personale di ascolto e di riflessione;
  • gli insegnanti interessati a confrontarsi su problematiche specifiche o a migliorare la relazione con gli allievi, sia a livello individuale che di gruppo-classe;
  • i genitori degli alunni per consulenze sui processi evolutivi dei loro figli o per problematiche specifiche legate al contesto scolastico;
  • il personale ATA.

Le attività svolte non avranno finalità diagnostiche e/o terapeutiche, ma rappresenteranno un’importante opportunità di relazione educativa e di condivisione. I contenuti di ogni colloquio sono strettamente coperti dal segreto professionale.

Su richiesta del Consiglio di classe possono essere effettuati interventi con le classi per la promozione del
benessere all’interno della scuola e la prevenzione del disagio scolastico.

Per accedere allo sportello di ascolto è necessario inviare una e-mail a sportellodiascolto@nauticogalvani.com specificando, nome, cognome e classe di riferimento.

Gli studenti che usufruiranno del servizio saranno giustificati dalle lezioni per la durata del colloquio.

Per gli alunni minorenni deve essere acquisito il consenso dei genitori sull’apposito MODULO CONSENSO INFORMATO. In caso di minori l’AUTORIZZAZIONE dovrà essere compilata da entrambi i genitori (se possibile), allegando la fotocopia di un documento d’identità ed inviati alla mail sportellodiascolto@nauticogalvani.com. I consensi verranno acquisiti dalla psicologa dott.ssa Valentina Segato che, come da accordi, sarà la responsabile del trattamento dei dati.

La psicologa rimane a disposizione delle famiglie per la condivisione del progetto e al fine di promuovere e rafforzare la rete educativa scuola-famiglia.

Come i nostri luoghi della memoria parlano di Europa?

Come la memoria può essere strumento per il Futuro dell’Europa?

Ventotene: il confino, il sogno europeo e la fine della guerra;

Utoya: la violenza neonazista ferisce di nuovo l’Europa;

Oltre Utoya: la violenza nell’Europa di oggi tra social e realtà;

Introduzione all’Unione Europea e alle sue istituzioni;

Il Meridiano d’Europa. Cosa rappresentano Utoya e Lampedusa?

Che ruolo possono avere i giovani nel futuro dell’Europa?

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se premi il pulsante OK, esprimi il consenso all'uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi