IN RICORDO DI PINO ROVEREDO

Scritto da admin Peschier on . Postato in News, Scrittori in biblioteca

I docenti e gli studenti dell’istituto Nautico, che hanno avuto il privilegio di incontrare e conoscere lo scrittore Pino Roveredo sia attraverso i suoi libri sia di persona come ospite del progetto “Scrittori in biblioteca”, vogliono ricordare la  sua generosa disponibilità nel raccontarsi ai giovani, l’umanità e la simpatia che  ha dimostrato tessendo con noi un fitto dialogo sia sulla sua opera letteraria ma ancor di più sulla sua esperienza di vita.
Ci piace ricordarlo come lui stesso con grande ironia si definiva: non un autore ma un “autista delle parole”, termine che forse più di altri inquadra la sua modestia e la sua intelligenza.
I suoi libri fanno parte della collezione della nostra biblioteca degli studenti: il suo ricordo si trasformi dunque in un esplicito invito a leggerlo e a condividerne le parole così sapientemente condotte a noi tutti.

Foto: Pino Roveredo in occasione di un incontro che ha fatto con i nostri studenti qualche anno fa.

 

Come i nostri luoghi della memoria parlano di Europa?

Come la memoria può essere strumento per il Futuro dell’Europa?

Ventotene: il confino, il sogno europeo e la fine della guerra;

Utoya: la violenza neonazista ferisce di nuovo l’Europa;

Oltre Utoya: la violenza nell’Europa di oggi tra social e realtà;

Introduzione all’Unione Europea e alle sue istituzioni;

Il Meridiano d’Europa. Cosa rappresentano Utoya e Lampedusa?

Che ruolo possono avere i giovani nel futuro dell’Europa?

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se premi il pulsante OK, esprimi il consenso all'uso dei cookie. Leggi l'informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi